Feeds:
Articoli
Commenti

Dormendo

Sonno, torpore , mancanza di forze

Sonno, dolore , rabbia

Sonno, inquietudine, mal di testa

file0001045647561

Sonno, confusione, pazzia

Sonno,svogliatezza, amarezza

 

 

 

Cascata di sguardi

Indecifrabile bellezza illumina il buio della mia esistenza,

rompi il tempo , ferma questa eterna astinenza.

Profumo di primavera ,di emozioni,

lascia che il di’ faccia spazio alla sera e alle sue canzoni.

upper-yosemite-fall-02

Cascata di sguardi in un torrente secco e asciutto,

rinnova il mio essere ,lascia via tutto.

Viaggia insieme a me in una girandola di passione

non voltarti indietro e cogli l`occasione.

Spingi il fuoco dentro , riscalda il tuo io

sole a mezzogiorno  non lasciarmi nell`oblio.

 

Una vita lui ci ha donato , con scelte  rinunce e un

antico passato.

Grande letteratura ,magica ammaliante,

riscrivi la storia e sposta il mio mondo a levante.

Non esitare,  capovolgi lo spazio,

con il tuo dolce pensare, non pagherai nessun dazio

Dieci anni son tanti,

ma sono solo numeri non giganti

Il 23 e il diciassette  una torta  viva con tante fette

Una grande sorpresa colorata e’ arrivata,

sorridi in festa e’ una gioia inaspettata.

20 di sospiri in una grande clessidra di alibi da smaltire ,

sfida  la tua’ lealta’ conscia di una meravigliosa e impassibile belta’.

Amare facendo soffrire?

Risposte piene di domande e dilemmi a mai finire.

Soffrire non amando? Scelta giusta?

Chiudi  la busta e calci di rimando.

Riccio, liscio, mosso,

un grande cane che non mangia mai l`osso.

Proteggilo ,ammiralo, toccalo e stiralo, in ogni modo muoverai la pedina

la memoria saltera’ da sera a mattina.

Riesci a sentire e leggere ,

il tuo cuore e’ vivo non puoi perdere

……..

Che cos’è un nome? Quella che chiamiamo “rosa” anche con un altro nome avrebbe il suo profumo.William Shakespeare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il mese di Maggio…

non mi sarei mai immaginato che mi avrebbe portato a vivere delle emozioni. In questo mese sei nato tu, dopo 9 mesi di attesa adesso sei qui e mi ascolti silenziosamente quando puoi. 


Sei fragile e spaventato , ti trovi in un mondo nuovo, misterioso tutto da scoprire. 

Non mi sarei mai immaginato.. che potesse succedere anche a me e ancora adesso non ci credo.Gli incubi mi assalgono e mi portano via la felicità che dovrebbe essere da padrona in questi momenti.

Il mese di Maggio ha portato un vento di speranza , lo si sente nell’aria, mi darà la possibilità di cullarti allontanando paure e momenti di smarrimento.

Il grido muto

Esistono momenti in cui non sai piu` a cosa aggrapparti e l`unica cosa che ti sembra   naturale in cui riversare tutte le tue forze e’ quel sentimento forte e puro che i poeti chiamano amore.

A sprazzi e a momenti alterni ho amato tanto nella mia vita, quasi sempre ho amato sbagliando visto che non sono mai stato capito, ma nulla importa visto che adesso mi ritrovo a dover combattere con qualcosa che sembra essere piu`forte della mia mente.

 In genere i problemi me li risolvo da solo ma arrivano quei momenti in cui la solitudine non ti aiuta. Ho iniziato senza sapere e senza un perche’. Mi sono ritrovato a banchettare con la solitudine, la rabbia, la paura e la tristezza.

Image

E’ stata una cena molto amara condita da tanto vino.

Non mi piace il vino e se lo bevo e’ perche’ sono

obbligato o per compiacere i miei ospiti.

Quella  volta, per la prima volta il vino mi piacque e nonostante le lacrime fossero quasi obbligate a scendere dai miei occhi , la mia bocca si deliziava di quel vino rosso , grondante che scendeva implacabile.

Non ho capito bene perche’ l`ho fatto , e’ possibile che l`amore ti faccia fare queste cose? E’ possibile che il non essere capito per tanti anni mi stia  lentamente trascinando in qualcosa piu forte di me?

Ho paura in questo momento perche’ sono consapevole e l`essere consapevoli ti porta ad essere piu`convinti che non succedera’ mai piu`e invece…. e invece due giorni fa e’ capitato di nuovo.

ImageNon so dove sto andando e non sono neanche tanto convinto di avere voglia di fermarmi.

So di avere bisogno di aiuto in questo momento ma il mio grido restera’ in silenzio, non so per quanto tempo, forse fino all`ultimo caldo bicchiere di vino rosso.

Un grido muto che lentamente mi distruggera’.

Addii frettolosi…

Piansi come un bambino. Non piangevo per la gioia di essere sopravvissuto al mio calvario, anche se ne ero sopraffatto. Nè per la presenza dei miei fratelli e delle mie sorelle, anche se era commovente. Piangevo perché Richard Parker mi aveva lasciato in modo così brusco. 

Che cosa terribile, gli addii frettolosi. Sono una persona che crede nella forma, nell’armonia dell’ordine. Quando è possibile, dovremmo dare alle cose una forma significativa. Per esempio, sareste in grado di raccontare questa mia storia confusa, in cento capitoli esatti, non uno di più, non uno di meno? Se c’è una cosa che odio del mio soprannome è quella cifra che non finisce mai. Nella vita è importante che ogni cosa abbia una giusta conclusione. Solo così si trova la pace. Altrimenti rimangono le parole che avresti voluto dire e che non hai mai detto, e il tuo cuore è pesante e colmo di rimorso. Quell’addio malriuscito mi fa ancora male. Come vorrei averlo guardato per l’ultima volta sulla scialuppa, averlo provocato un po’ in modo che si ricordasse di me. Come vorrei avergli detto -sì, lo so che è una tigre, ma non importa- :”Richard Parker, è finita. Siamo sopravvissuti. Ci credi? Ti sono grato, molto più di quanto riesca ad esprimere. Non ce l’avrei mai fatta senza di te. Mi piacerebbe dirtelo in modo formale: Richard Parker, grazie. Grazie per avermi salvato la vita. E adesso va dove devi andare. Hai conosciuto la libertà nella prigione dello zoo per per quasi tutta la tua vita, e adesso conoscerai la libera prigione della giungla. Ti auguro tutto il meglio. Fai attenzione all’Uomo. Non è tuo amico. Ma spero ti ricorderai di me come di un amico. Non ti dimenticherò mai, ne sono certo. Sarai sempre con me, nel mio cuore. Ma che cos’è questo sibilo? Ah, la nostra barca ha toccato la sabbia. Allora addio, Richard Parker, addio. Che Dio sia con te.”. 
Yann Martel, Vita di Pi.

1 Gennaio 2013….

ImageInizia il 2013 con il suo nuovo carico di buoni propositi e di voglia di fare. Ieri su facebook tante persone si sono fermate a riflettere e ad esaminare il loro 2012 consci che per il nuovo anno qualcosa di nuovo potrebbe arrivare. Infatti e’ questo il periodo giusto in cui fare bilanci in positivo e in negativo di quello che e’ stato e che sara’. Come e’ stato il mio 2012? Sarebbe potuto andare diversamente se solo lo avessi voluto, se solo mi fossi lasciato andare e avessi buttato dietro le spalle tutto il rancore e l` odio accumulato negli anni, ma cosi non e’ andato. E’ stato un anno particolare, a tratti pesante e molto, troppo carico di stress. Nell` ultimo periodo una nuove luce,una speranza, ma come tutte le mie cose anche questa luce sembra illuminarsi e affievolirsi senza dare spiegazioni.Eccomi adesso proiettato nel nuovo anno con lo stesso stato d` animo di sempre con la voglia di amare incondizionatamente ma con un peso che sembra non abbandonarmi mai. Come al solito saro` la solita piuma nera in un mondo a tratti bianco….

Oceano di ricordi

I ricordi che riaffiorano giornalmente sono come quell` oceano profondo e nero che bagna le nostre vite.

 

Non posso credere che tutte le persone che ho incontrato sul mio cammino siano state cosi avide di sentimenti.

Ancora oggi mi chiedo in cosa ho sbagliato. Ho amato senza limiti, sbagliando e rialzandomi tutte le volte cercando di pulire quel mare nero che sembra non lasciarmi mai.

Riuscira’ un giorno a diventare chiaro e limpido?

Adesso che vivi nella tua indifferenza e non ti curi di quello che e’ stato, ti chiedo soltanto se il mare che cosi ami tanto, riesce a bagnarti senza bruciarti dentro ogni volta che il ricordo si fa forte dentro te.

Ti posso soltanto augurare il bene piu profondo, profondo come quell` oceano di ricordi che non vuole abbandonarmi.

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.